I cibi giusti per combattere ansia e sbalzi d'umore

Sbalzi d’umore e ansia: i cibi giusti per combatterli

 

Oltre alle carenze nutrizionali, anche gli sbalzi di umore si possono combattere con una dieta sana.
Chi mangia in modo equilibrato, non solo mantiene un buon livello nutrizionale, ma ritrova benessere anche dal punto di vista psicologico. Anche le carenze nutrizionali, infatti, possono aggravare i livelli di stress e ansia. Un mancato apporto può essere causa scatenante di emozioni negative e indebolimento delle funzioni cerebrali (es.indebolimento della memoria).
Le comunità scientifiche lo hanno ormai dimostrato da tempo. Ma quali sono gli alimenti che fanno bene al corpo e alla mente? Partendo dalla frutta secca, quest’ultima è ricca di acidi grassi e omega tre che aiutano le cellule del cervello (non vengono prodotte dall’uomo e quindi necessitano di essere assunte attraverso il cibo). Le banane contengono la vitamina B, indispensabile per la formazione di globuli rossi e per il buon funzionamento del sistema nervoso (oltre a ridurre il rischio di ictus, a sostenere la crescita delle unghie e a idratare la pelle). Secondo il National Center for Biotechnology Information, una carenza di vitamine del gruppo B può avere un’influenza notevole sugli stati d’animo, tanto che una grande percentuale di donne anziane depresse, è risultata essere carente di vitamina B12.

L’avocado e gli spinaci hanno una grande quantità di acido folico (che contribuisce al buono stato di salute mentale).

Ottimo anche il cioccolato fondente per lo zinco (fondamentale nella produzione e funzione dei neurotrasmettitori), insieme alla carne magra di manzo.
Per la presenza di selenio è ottimo il tonno e il pane integrale. Il selenio svolge un ruolo primario nel supportare la funzionalità tiroidea

Le lenticchie sono perfette per il magnesio, importante per il buon funzionamento dei muscoli, del cervello e soprattutto per eliminare il malumore.
Il tofu per la vitamina D (alleata contro gli sbalzi d’umore, soprattutto durante i cambi di stagione).
Per lo iodio bisogna mangiare mirtilli e pesce che rafforzano le prestazioni del cervello e della memoria, mantenendo buona la salute mentale.
Le cozze sono ricche di ferro, la cui carenza può portare a un’insufficienza di globuli rossi, con conseguente anemia e affaticamento del cervello.
Infine, per gli aminoacidi è bene mangiare latticini. L’assunzione di aminoacidi serve a bilanciare i neurotrasmettitori del cervello e quindi a ridurre la paura, l’ansia, gli attacchi di panico e lo stress.

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un Commento