Sla, uno degli stand allestiti nelle piazze italiane

Sla, 120mila euro raccolti grazie alle «bottiglie solidali»

Raffaele Nespoli
 

Ben 120mila euro sono stati raccolti grazie ai volontari di Aisla e ora andranno a sostenere le persone colpite dalla Sclerosi laterale amiotrofica (oltre 6mila in Italia). Ovviamente, un risultato così importate è stato possibile grazie al cuore delle migliaia di persone che hanno scelto di acquistare le bottiglie di Barbera d’Asti Docg negli Stand Aisla (presenti in 150 piazze italiane per la decima Giornata nazionale sulla Sla). Complessivamente, sono state 12.000 le bottiglie “solidali” acquistate dagli italiani. Un grazie l’Aisla lo ha voluto rivolgere alla Regione Piemonte, al Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, alla Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e all’Unione Industriale della Provincia di Asti, che hanno sostenuto l’iniziativa nell’organizzazione e negli aspetti logistici, e ora l’intero ricavato della vendita delle bottiglie potrà essere destinato a progetti di assistenza delle persone con Sla.

Il simposio

Massimo Mauro, presidente di Aisal, parla di un grande successo e ringrazia «tutti quanti hanno scelto di sostenerci. Grazie alla loro generosità e all’impegno dei nostri 300 volontari potremo dare una risposta a tante richieste di aiuto di persone con Sla e delle loro famiglie. Vi diamo appuntamento al 29 settembre a Torino per il simposio sulla Sla, esperti da tutto il mondo ci parleranno degli sviluppi della ricerca e dei farmaci oggi disponibili per contrastare la Sla».

Altre tappe

Nei prossimi giorni sarà ancora possibile trovare i volontari di Aisla con le bottiglie di Barbera d’Asti DOCG in alcune città: Fiumicello (Udine, 19 settembre), Courmayeur, Asti, Fidenza (23 settembre), Iglesias (24 settembre), Santa Giustina (Belluno, 30 settembre), Alba (1 ottobre), Colorno (Parma, 8 ottobre). I fondi raccolti saranno utilizzati da Aisla, presente sul territorio italiano con 63 rappresentanze territoriali e 300 volontari in 19 regioni, per sostenere e rafforzare le attività gratuite a sostegno delle persone con Sla. Tra queste l’Operazione Sollievo, il progetto che consiste nell’aiutare le persone con Sla con consulenze psicologiche, legali e fiscali gratuite e aiuti concreti per le famiglie in difficoltà. Fino a oggi con l’Operazione Sollievo, progetto avviato nel 2013, Aisla ha potuto aiutare più di 200 famiglie destinando oltre 450 mila euro raccolti grazie alle donazioni della Giornata nazionale.

 Il sostegno di Aisla alla ricerca

Fino al 2 ottobre sarà attivo il numero 45515 con cui sarà possibile donare 2 euro con un sms oppure 2 o 5 euro da rete fissa: i fondi serviranno in particolare per sostenere il progetto di ricerca clinica Promise, vincitore del Bando 2013 di AriSla, Fondazione italiana di ricerca sulla Sla. Lo studio di fase II ha l’obiettivo di testare l’efficacia del Guanabenz, un farmaco che agisce per contrastare l’accumulo patologico di proteine all’interno delle cellule e favorire l’eliminazione delle proteine alterate. La sperimentazione clinica, che coinvolge 24 centri clinici su tutto il territorio nazionale, è stata disegnata per valutare le potenzialità di questo farmaco nel rallentare il decorso della malattia: lo studio è già partito in 16 centri e sono già stati inclusi 75 pazienti». Dalla sua nascita, Aisla ha sostenuto la ricerca scientifica con oltre 4,5 milioni di euro raccolti grazie alle donazioni. In particolare, ha destinato oltre 2 milioni di euro ad AriSla che, dal 2009 ad oggi, ha finanziato 62 progetti di ricerca, di cui 6 (3 Pilot Grant e 3 Full Grant) solo nell’ultimo anno.

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Lascia un Commento