Vita e longevità, due anziani nel parco

Se l’aspettativa di vita arriverà sino ad un secolo

Raffaele Nespoli
Categorie: Prevenzione
 

I nostri nipoti, più verosimilmente i nostri pronipoti, avranno un’aspettativa di vita di un secolo. Secondo Claudio Franceschini, professore emerito dell’Università di Bologna, che ha tenuto oggi una lectio magistralis a Napoli «E’ possibile, malgrado quello che si dice sull’inquinamento e su altri fattori ambientali, l’aspettativa di vita tende ad aumentare, ovviamente ci sarà un limite ma noi vogliamo vivere non solo a lungo ma anche bene, senza grandi patologie». Franceschini chiarisce infatti che lo studio delle basi biologiche dell’invecchiamento, stanno andando molto avanti con grande interesse scientifico per le procedure che possono ritardare l’invecchiamento e diminuire l’incidenza delle patologie. Procedure basate sull’alimentazione e l’attività fisica ma anche su alcune sostanze che si son studiate su modelli animali e tra poco entreranno negli studi clinici sull’uomo.

Un nuovo progetto

Franceschini, assieme alla professoressa Colao, sta progettando la nascita di un’istituto sulla longevità. «Visto che i nostri stili di vita e la Dieta mediterranea sono molto efficaci e sono un modello da esportare, l’istituto renderebbe lo studio sulla longevità più robusto per ricercatori e medici e operare una diffusione di queste pratiche per vivere meglio e più a lungo». Intanto, domani si inaugura il alle 17 il Campus 3S, un grande ospedale da campo con oltre cento medici attivi per visitare gratuitamente la popolazione napoletana. Dalle 14 di domani, fino al tramonto di sabato si avrà l’opportunità di accedere all’area attrezzata con accettazione, visita ambulatoriale specialistica, diagnosi e referto proprio come in un vero ospedale.

Visite gratuite

Il lungomare cittadino nell’area pedonale dalla Rotonda Diaz sarà animato anche da un programma ricchissimo di eventi sportivi e musicali, aree dedicate ai bambini, food, solidarietà e tanto altro. La prevenzione è al centro del progetto promosso da Annamaria Colao, coordinatore scientifico e Tommaso Mandato, presidente di Sportform. Numerosissime le opportunità di visita per i cittadini: endrocrinologia, nefrologia, gastroenterologia, cardiologia, dermatologia, senologia, ortopedia, oculistica, metabolismo, andrologia, ginecologia, pneumologia, tiroide, nutrizione. Tra gli appuntamenti di domani “Prevenzione e sport, prevenire e non dimenticare”, l’evento che si svolgerà alle 17.30 in collaborazione con l’associazione “Ciro vive” di Antonella Leardi, che in occasione della gara Roma-Napoli consegnerà premi e riconoscimenti per promuovere i valori della solidarietà nello sport al presidente del CONI Giovanni Malagò, al presidente della Lega dilettanti Cosimo Sibilia, Gennaro Iezzo, Pierpaolo Marino, Alfonso De Nicola, Enzo De Caro, Luigi De Canio.

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Lascia un Commento