Cardarelli

Menù d’eccezione, al Cardarelli si apparecchia per le feste

Categorie: News
 

L’iniziativa è di quelle che meritano gli applausi perché cercano di alleviare, per quanto possibile, la sofferenza di quanti trascorreranno le feste in ospedale. Il Cardarelli di Napoli ha scelto infatti di “apparecchiarsi” per le feste. Anzi, di apparecchiare la mensa e regalare ai degenti e ai loro cari il piacere di condividere un pranzo o una cena degni del Natale «Essere costretti a trascorrere il Natale o il capodanno in ospedale – spiega il direttore generale Ciro Verdoliva – è di per se molto duro. Abbiamo voluto fare in modo che i nostri pazienti, quelli per i quali non ci sono indicazioni mediche contrarie, potessero avere un pranzo o una cena almeno simili a quelli che avrebbero scelto se fossero stati a casa»

Il valore di un gesto

Per decisione della Direzione Strategica lo stesso trattamento verrà riservato anche ai familiari, che potranno richiedere in reparto un ticket gratuito con il quale pranzare il giorno di Natale e di capodanno presso la mensa ospedaliera. Anche ai pazienti affetti da patologie non gravi potrà essere consentito di pranzare in mensa. «E’ solo un piccolo gesto che l’Azienda vuole dedicare ai propri utenti – aggiunge il direttore sanitario Franco Paradiso – è un modo per cercare di trasmettere un po’ di conforto a chi non potrà trascorrere il Natale o la fine dell’anno a casa».

Menù d’eccezione

Nei menù d’eccezione previsti nei giorni di Natale e per il capodanno sono previste portate quali lasagne, tortellini in brodo, risotto alla pescatora, arista di maiale brasata, salmone al forno e contorni della tradizione, con panettoncino finale. L’iniziativa non prevederà alcun aggravio di spesa per le casse dell’azienda ospedaliera grazie alla disponibilità delle società che gestiscono il servizio di vitto e di mensa. Grazie a questa iniziativa del Cardarelli anche i pazienti che non potranno tornare a casa, e quindi non potranno trascorrere nel migliore dei modi le feste di Natale, avranno almeno l’occasione di sentirsi un po’ meno lontani dagli affetti e dalla famiglia.

 

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Lascia un Commento