Liguria. Disabilità, verso una vita migliore

Liguria. Disabilità, verso una vita migliore

Francesca Forzan
Categorie: News
 

Sembrano diventare sempre più concrete le possibilità per una vita migliore per le persone disabili della Liguria. Ad approvare alcuni indirizzi operativi di progetti per la Vita Indipendente è stata la giunta regionale ligure che ha elaborato alcuni di questi progetti dando voce alle richieste emerse a seguito di diverse ricognizione sul territorio.
La grande rivoluzione viene dalla nuova possibilità di assumere, nel caso di disabili che necessitino di accompagnamento, un familiare fino al terzo grado di parentela, come assistente personale.  Una misura che si aggiunge a numerosi altri interventi per la Vita indipendente per i quali diventa possibile ottenere un contributo economico. Tra questi, la possibilità di assumere con un contratto di collaborazione domestica un assistente personale o per la famiglia, ma anche il finanziamento di servizi educativi da parte di enti e associazioni che lo richiedano e che risultino iscritti nei registri della regione. Ma anche interventi strutturali per abbattere barriere architettoniche all’interno di case che ospitino un disabile o il finanziamento delle spese di alloggio in qualche struttura adeguata. Un sostegno economico potrebbe venire anche per l’acquisto di arredamento o attrezzature speciali che siano di aiuto alla persona affetta da disabilità, o per sostenere servizi di trasporto o attività sportive e ricreative di inclusione sociale.

Ricevere un contributo sarà possibile solo dopo risposta positiva da parte del distretto sociosanitario di riferimento che eseguirà un esame accurato della reale situazione. Questo sarà di 1200 euro mensili a cui possono essere aggiunti 7500 euro come contributo annuo una tantum in caso di interventi strutturali o di acquisto di ausili non forniti dal sistema sanitario nazionale. Questi finanziamenti regionali hanno l’obiettivo di dare parità di accesso a tutti gli strumenti a tutte le persone disabili che, diventando maggiormente autonome, possono indirizzarsi più facilmente verso un percorso professionale ma anche vivere dignitosamente in modo autonomo nella propria casa.

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Lascia un Commento