Giornata mondiale del malato, i piedini di un piccolo paziente

Asma cronica: cosa manca ai bambini? Una risposta dall’Ibim-Cnr di Palermo

 

Perché a volte le terapie a base di cortisone sono poco efficaci nella cura dell’asma cronica dei bambini? A rivelarcelo una ricerca effettuata da un team di biologi e medici presso l’Istituto di biomedicina e immunologia molecolare del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibim-Cnr) di Palermo. Lo studio ha messo in evidenza che la mancanza di Lipossina A4 (LXA4) gioca un ruolo importante nell’inefficacia di tali terapie per la cura dell’asma grave in età pediatrica.

Asma cronica: nuove cure?

I risultati della ricerca suggeriscono nuove possibilità di cura. In base a quanto finora emerso, per potenziare gli effetti dei corticosteroidi e diminuirne il dosaggio, si potrebbe ricorrere a una terapia combinata in grado di fornire nuovi approcci terapeutici per le malattie respiratorie croniche, soprattutto in pazienti di età pediatrica. Le nuove strategie di cura si potrebbero basare sulla combinazione di corticosteroidi e Lipossine, agenti biologici capaci di regolare numerose funzioni organiche. Questi agenti biologici sono caratterizzati da proprietà anti-infiammatorie e anti-fibrotiche e sono coinvolti nei processi di risoluzione dell’infiammazione.

Dati emersi

La ricerca ha permesso infatti di osservare che l’alterata biosintesi di Lipossina A4 e un deficit del suo specifico recettore FPR2/ALXR, nelle vie aeree, associati a un incremento della molecola Leucotriene B4, potrebbero essere alla base di una ridotta risposta alla terapia cortisonica a lungo termine. Tale fenomeno potrebbe favorire la persistenza dell’infiammazione delle vie aeree, il mancato controllo dell’asma e la ridotta qualità della vita del malato.

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare