2083_5752_first-aid

Pronto soccorso di Treviso, al via la sperimentazione dell’area dedicata ai codici bianchi

Luigi Putignano
 

Quasi la metà degli accessi dello scorso anno al pronto soccorso dell’ospedale di Treviso, il 46,7%  per l’esattezza, è stato in codice bianco, vale a dire per un problema non urgente, ma non per questo da sottovalutare e che quasi sempre porta a dover sostenere lunghe attese.

Il Veneto sta cercando di dare una risposta a questo problema con l’”Area Dedicata”, ambito sperimentale per assistere i codici bianchi, attivata all’ospedale Cà Foncello di Treviso con un investimento di 340 mila euro.

Ma in cosa consiste? Si tratta di uno spazio del grande pronto soccorso trevigiano in cui sono stati ricavati 2 ambulatori dove operano 18 medici di continuità assistenziale, in attività dalle 13 alle 19 dal lunedì al venerdì e h24 il sabato e in tutti i giorni festivi, una sala d’aspetto con 50 posti, una postazione specifica di triage. Operazione che è stata completata con l’assunzione di cinque nuovi medici di pronto soccorso.

Ora il paziente con un codice bianco viene indirizzato direttamente allo specifico ambulatorio e qui visitato da un medico dedicato. Un nuovo tipo di organizzazione, assistita anche da un nuovo sistema informatico, costato 200 mila euro, con la quale si conta di abbattere in maniera consistente le attese dei pazienti non gravi e agevolare il lavoro dei sanitari sui casi effettivamente urgenti.

A detta del governatore del Veneto, Luca Zaia, si è data una risposta a uno dei lati deboli della sanità, ovverosia al problema dell’aspetto delle attese. La sperimentazione avviata a Treviso è una nuova risposta e uno strumento in più per arrivare alla soglia ideale di massimo 4 ore d’attesa per le patologie meno gravi. Se la novità avrà esiti positivi a Treviso, sarà poi esportata velocemente in tutti i pronto soccorso del Veneto: questo è quanto affermato da Zaia.

I numeri del pronto soccorso di Treviso, uno dei più grandi del Veneto, sono ideali per una sperimentazione efficace: nel 2015 ha trattato 2.158 codici rossi; 17.835 codici gialli; 28.788 codici verdi e 42. 835 codici bianchi, per un totale di 91.623 accessi.

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare