Con un’ insalata al giorno cervello più giovane di dieci anni

Dieta: un’insalata a pranzo non fa dimagrire. Lo dicono i dietologi

Categorie: Alimentazione
 

Il pranzo gioca un ruolo molto importante per tutto il resto della giornata, non solo in termini di produttività ma anche di perdita di peso. Ci sono alcuni errori comuni riscontrati dai nutrizionisti che si fanno a pranzo. Uno di questi, ad esempio, è quello di mangiare in fretta. Uno studio pubblicato sul Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics  ha scoperto una correlazione diretta tra la velocità con cui si mangia e l’indice di massa corporea (BMI). Gli esperti consigliano di masticare ogni boccone almeno 20 volte e di ritagliare almeno 30 minuti per il pranzo.

Pranzare al volo in un bar o con i colleghi in qualche locale è il modo migliore per avere meno soldi, ma più calorie. Sarebbe più sano cucinare qualcosa extra la sera prima da portare al lavoro. I cibi preconfezionati oppure i pasti al ristorante sono infatti spesso più ricchi di calorie. Inoltre se si pranza velocemente è più difficile fare attenzione alle porzioni

In particolare, se l’obiettivo è perdere dei chili, mangiare solo un’insalata a pranzo non basta. Gli studiosi avvertono: non è in grado di saziare e non è un pasto equilibrato. Pur volendo diminuire le calorie, l’insalata dovrebbe sempre contenere tutti e tre i macronutrienti. Meglio usare insalata a foglia verde (lattuga, spinaci, verza per esempio) e aggiungere altre verdure come carote, cetrioli, peperoni: più colorata è, meglio è, raccomanda la dietologa Julia Denner. Inoltre deve contenere alcuni alimenti proteici come ceci, pollo grigliato, feta o uova bollite e anche qualche carboidrato come per esempio fagioli, quinoa o couscous. Per condire meglio l’olio d’oliva, ricco di nutrimenti essenziali per l’organismo.

Tra le abitudini poco sane c’è quella di bere solo succhi e bevande zuccherate. Le ricerche dimostrano che questi liquidi contengono molte calorie e non placano la sete. Insomma meglio bere l’acqua, al massimo aggiungendo una fetta di limone. Inoltre meglio non arrivare al pasto affamati, fare colazione e qualche spuntino per tenere attivo il metabolismo ed evitare abbuffate a pranzo o a cena.

 

 

 

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare