Tumore al seno, un momento della presentazione del progetto

Tumore metastatico al seno: «Noi ci siamo»

Raffaele Nespoli
 

Un progetto concreto per le donne colpite da tumore metastatico al seno. Da domani (venerdì 8 giugno) migliaia di opuscoli verranno distribuiti attraverso le oltre 800 farmacie di Napoli e provincia con un solo obiettivo: informare le donne, e sensibilizzare i cittadini, sulle problematiche, ma soprattutto sulle possibilità di aiuto concreto per quante lottano contro la malattia. Una forma di tumore, questa, particolarmente aggressiva che colpisce in Italia circa 35mila donne, le più sfortunate perché lottano contro una malattia che ha già colpito altri organi.

Anche su WhatsApp

Le donne colpite sono spesso giovani, con una predisposizione genetica. Donne per le quali le necessità di cura sono costanti con un immaginabile corollario di problematiche connesse alla vita di tutti i giorni. Donne che hanno bisogno di ottenere ascolto e supporto: e così che attraverso la capillarità della rete delle farmacie sul territorio si cercherà di diffondere innanzitutto il numero dedicato 366 9949915: a questo numero ogni donna, o chi la assiste, potrà lasciare un messaggio o inviare un WhatsApp con i propri dati, le proprie esigenze e la volontà di aderire ai progetti di assistenza. Saranno disponibili specialisti, psico oncologi, nutrizionisti, anestesisti per la terapia del dolore e tanti specialisti per assistere alle problematiche post chemioterapiche e supporti per lo screening per le mutazioni genetiche.

Trasporto gratuito

Il primo servizio, grazie ad un protocollo d’intesa con l’Istituto Nazionale Tumori Fondazione Pascale e grazie alla disponibilità della società Bourelly Health Service, sarà quello di assicurare il trasporto gratuito di accompagnamento presso il Day Hospital nel giorno della chemioterapia. «Essere accompagnate il giorno delle chemioterapia o radioterapia – spiega Stefania Pisani, referente regionale delle pazienti con tumore metastatico dell’Associazione Noi Ci Siamo – è un aiuto ed un sollievo non soltanto per noi pazienti, ma anche per tutti i nostri familiari coinvolti in tutte le nostre esigente. Essere accompagnate, inoltre, facilita anche il lavoro delle strutture ospedaliere: immaginate cosa significhi non ingolfare i reparti di parenti ed amici, spesso costretti ad aspettare anche ore ed ore».

Il ruolo delle farmacie

«È un’iniziativa importante – spiega Michele Di Iorio, Presidente di Fedrfarma Napoli – che va ad accompagnare altre iniziative di prevenzione come quella dello screening mammografico e del tumore al colon retto, esami prenotabile gratuitamente in farmacia. La farmacia è sempre più veicolo di informazione e formazione sanitari, il “negozio dei sani”, di chi vuol sentirsi bene e non più il luogo di mero approvvigionamento dei farmaci». A supportare l’Associazione “Noi ci siamo”, il Rotary Napoli Posillipo, sostenuto dai Rotary Napoli, Napoli Castel dell’Ovo, Napoli Sud Ovest, Napoli Chiaia, Rotaract Napoli Posillipo e Rotaract Napoli Castel dell’Ovo che accompagneranno l’associazione nei successivi step del progetto: attivare un servizio di terapie domiciliari con medici ed infermieri specialisti a domicilio, il che snellirebbe anche liste e tempi d’attesa. Ulteriore obiettivo la creazione di un App per smartphone per favorire la comunicazione diretta medico-paziente. «Abbiamo finanziato con entusiasmo questo progetto – spiega il Vincenzo Argenzio, responsabile dell’iniziativa per conto del Rotary – siamo quasi pronti con la realizzazione dell’App, ma soprattutto speriamo di poter partire presto anche con le visite domiciliari, almeno nel caso di quelle terapie più semplici. Non ci fermeremo qui, ma continueremo a sostenere l’associazione Noi ci siamo, accompagnandolo nei suoi progetti».

 

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un Commento