Donazioni e trapianti di organi. Anno da record in Italia

Trapianti, Nanni Costa: Italia tra i grandi Paesi Europei

Categorie: News
 

 

I trapianti di organi eseguiti nel 2017 in Italia sono 3921. Il numero pone il nostro Paese ai primi posti in Europa, raggiungendo una crescita mai registrata prima e che coinvolge sia la fase di procurement che gli interventi eseguiti.

Sono i dati emersi durante il convegno “Non solo volo. Curare l’ organo isolato prima del trapianto: progetti innovativi nella perfusione ossigenata dell’organo”, organizzato a Milano da Avionord, compagnia aerea impegnata nel volo per privati e trasporto di organi.

“Questa è una giornata significativa perchè dedicata alla perfusione degli organi, tecnica che viene utilizzata dopo l’espianto e prima del trapianto. È una nuova frontiera che il mondo dei trapianti sta affrontando. Una giornata dedicata ai donatori e all’importanza del loro gesto, che vede al centro il benessere del paziente”, ha dichiarato il dottor Alessandro Nanni Costa, direttore del Centro Nazionale Trapianti.

Ai lavori ha partecipato anche l’assessore al Welfare di Regione Lombardia, Giulio Gallera, che ha sottolineato: “Lo scorso anno sono stati eseguiti in Lombardia 844 trapianti d’organo. Nel confronto sul numero di trapianti per milione di abitanti, la nostra è tra le regioni più attive. Per questo abbiamo stanziato 300.000 euro per sostenere le azioni inserite nel Programma Regionale 2018 in tema di innovazione e trasporti di organi e tessuti ai fini del miglioramento ed efficientamento delle attività trapiantologiche”.

Nel processo di donazione e trapianto, il trasporto degli organi resta momento cruciale per la loro corretta conservazione e, quindi, utilizzabilità a scopo di trapianto.

“Negli ultimi 10 anni in Italia abbiamo assistito a cambiamenti straordinari nelle leggi che consentono un miglior prelievo e conservazione degli organi – afferma il senatore Antonio Tomassini già presidente della Commissione Sanità di Palazzo Madama –  Oggi esiste un sistema integrato in grado di soddisfare tutti i requisiti previsti. Ma non basta. È necessario dar vita ad un progetto che riunisca insieme tutte le competenze mediche e scientifiche che possano guidare e supportare le scelte della Politica. Ciò al fine di assicurare al nostro Paese uno sviluppo ulteriore e ancora una volta armonico e sostenibile di un tema che ha impatti sulla qualità della vita dei pazienti, sull’efficienza del sistema sanitario e non ultimo sulla riduzione dei costi dell’assistenza ai portatori di interesse. Parte da qui, oggi la nascita dell’Accademia dei Trapianti di Organo per riunire le eccellenze in tutti i settori” .

All’iniziativa, divisa in tre diverse tavole rotonde hanno partecipato i massimi esperti clinici del settore, mettendo a confronto le diverse realtà regionali che hanno saputo capitalizzare le esperienze del passato ed anticipare le scelte del futuro, come l’utilizzo della tecnica della perfusione ossigenata dell’organo, che migliorano il tempo di conservazione e la funzionalità stessa degli organi.

http://www.trapianti.salute.gov.it

https://www.avionord.com

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un Commento