Trapianto del rene, in Friuli Venezia Giulia è preemptive

Trapianto di rene incrociato tra Italia e Spagna

Categorie: News
 

E’ partito lo scorso giovedì 19 luglio alle ore 12.30 dall’aeroporto di Pisa il rene italiano, oggetto del primo trapianto crossover europeo.

Il rene, prelevato dall’equipe del prof. Fabio Vistoli dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Pisa, dopo un volo di 1 ora e 20 minuti, ha raggiunto l’ospedale di Barcellona “Fundaciò Puigvert” con un velivolo specificamente attrezzato al trasporto degli organi destinati al trapianto, della compagnia aerea Avionord che ha sede a Milano Linate.

Avionord, dotata di una flotta di cinque aerei bireattori veloci Learjet e un Hawker 750 e due elicotteri Augusta, ha come core business il trasporto aereo degli organi destinati al trapianto. La Compagnia garantisce questo prezioso e delicato servizio nella maggioranza delle regioni italiane, realizzando circa 300-350 missioni l’anno.

Il programma di trapianto di rene da vivente in modalità “cross over” è da sempre utilizzato per consentire la trapiantabilità di pazienti che hanno un donatore vivente per loro incompatibile. In concreto viene data la possibilità ad una coppia donatore-ricevente, tra loro incompatibili, di ricevere e donare un rene incrociando le loro compatibilità immunologiche con quelle di altre coppie donatori-riceventi nella stessa condizione.

Da Barcellona, con lo stesso aeroplano, è arrivato a Pisa il rene “di scambio”, prelevato dal donatore vivente non compatibile con il familiare del ricevente in Spagna, che è stato trapiantato in Italia.

www.avionord.com

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare