vaccini

Vaccini, è bufera in attesa della prima campanella

Categorie: News
 

Ancora una volta centinaia di miglia di genitori si trovano a fare i conti con polemiche e discussioni, divisi su un tema che sta assumendo le sembianze di una grottesca cospirazione. Si parla di vaccini, sia perché in questi giorni sono arrivate importanti notizie da Roma, vale a dire la decisione di fare un passo indietro sulle autocertificazioni, sia perché tra pochissimo suonerà la prima campanella.

I dubbi dei genitori

In vista dell’inizio della scuola il dietrofront del Governo ha creato non pochi dubbi tra le mamme e i papà, alcuni dei quali convinti di poter risolvere la questione con un’autocertificazione. Se alcuni hanno tirato un sospiro di sollievo rispetto all’entrata in vigore dell’obbligo vaccinale, altri invece (evidentemente poco informati) sono andati su tette le furie. Tra i no vax c’è anche chi ha iniziato a preoccuparsi delle multe, vere o presunte, arrivate ai genitori che avevano dichiarato il falso. Insomma, un vero e proprio caos.

Quei bambini dimenticati

Chi ha dubbi rispetto all’efficacia dei vaccini forse se li potrà chiarire leggendo la notizia riferita dall’Unicef: vale a dire che 2016 circa 1,4 milioni di bambini sotto i 5 anni nel mondo sono morti per malattie prevenibili con un vaccino. Dall’Unicef spiegano che circa un quarto delle morti tra i bambini sotto i 5 anni sono state causate da polmonite, diarrea e morbillo e la maggior parte si sarebbero potute evitare con un vaccino. «Attraverso un video a sostegno della petizione on line Proteggi un bambino, proteggili tutti. I vaccini salvano la vita, l’Unicef – riporta una nota – vuole sostenere le vaccinazioni in Italia e nel mondo, promuovere campagne per una corretta informazione sui vaccini e raggiungere l’immunizzazione universale contro le malattie prevenibili in tutti i paesi». I bambini dei quali parla l?Unicef sono i bambini dimenticati, quelli che non hanno avuto la possibilità di crescere, di vivere. E’ anche per questi bambini che in paesi dove i vaccini sono alla portata di tutti si dovrebbero evitare inutili polemiche.

Immagine anteprima YouTube
  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare