Festivalfuturo 2018: appuntamento a fine mese con Ri-Generazioni

Festivalfuturo 2018: appuntamento a fine mese con Ri-Generazioni

Sofia Gorgoni
Categorie: News
 

Tre giorni di eventi, dibattiti e percorsi interattivi sulle potenzialità dell’economia circolare e della sostenibilità. L’edizione 2018 di FESTIVALFUTURO di Altroconsumo dal 28 al 30 settembre all’UniCredit Pavilion di Milano ha come tema Ri-Generazioni, l’era dell’economia circolare. Sarà un momento di riflessione sul futuro della sostenibilità e sui risvolti per la salute umana e il benessere. Il focus sarà su innovazione, sostenibilità ed economia circolare, lo sguardo è rivolto al futuro e ai consumatori per cercare di delineare i possibili scenari.

Dal food all’economia circolare

L’evento sarà a ingresso gratuito con il patrocinio di Regione Lombardia e del ministero dell’Ambiente. I temi dell’innovazione e dell’economia circolare saranno affrontati seguendo vari percorsi tra cui smart agrifood, energia e ambiente, casa, mobilità e trasporti. Gli argomenti che verranno affrontati durante la tre giorni milanese spazieranno dall’efficienza energetica con il panel Nuove Energie in circolo a come ottimizzare gli sprechi in cucina, con lo show cooking di Lisa Casali che preparà un menu utilizzando avanzi e scarti di cibo. Si parlerà anche del potenziale delle tecnologie che aiutano a dare nuova vita ai rifiuti, con il dibattito I rifiuti meritano sempre una seconda chance, come organizzare un orto sul balcone e raccogliere i prodotti della terra anche in città, con i vantaggi per la salute e l’ecosistema.

Un percorso per toccare con mano l’innovazione 

Nella parte espositiva del Festivalfuturo sarà organizzato un percorso esperienziale e interattivo per introdurre le persone nel mondo dell’innovazione. Dalla sostenibilità ambientale all’economia circolare, dall’alimentazione al riciclo, il percorso analizzerà l’impatto di questi cambiamenti sulla vita quotidiana evidenziando i benefici per i consumatori, l’ambiente e le generazioni future.

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare