Virus Keystone

Virus Zika: puo’ danneggiare anche il cervello degli adulti

Categorie: News - Prevenzione
 

Washington – Il virus Zika non causa soltanto microcefalia (testa più piccola rispetto al resto del corpo) nei neonati, ma può causare danni simili all’Alzheimer nel lungo periodo anche negli adulti. E’ il risultato di una ricerca pubblicata sulla rivista ‘Cell Stem Cell‘ secondo la quale si è visto che nelle cavie in cui è stato inoculato il virus, le cosiddette “staminali neuronali” (che danno poi vita alle cellule del cervello) vengono colpite.
Ciò avviene in quelle aree come l’ippocampo che sono specializzate nell’apprendimento e nella memoria. Secondo il professore Sujan Shresta del ‘La Jolla Institute of Allergy and Immunology’ benchè Zika negli adulti non manifesti sintomi gravi nel lungo periodo potrebbe danneggiare le staminali neuronali che vengono conservate in alcune zone del cervello gia’ sviluppato per sostituire i neuroni danneggiati. Questo potrebbe causare – i test sono stati finora limitati ai topi da laboratori – sintomi della demenza tipici dell’Alzheimer.
Intanto l’OMS ha aggiornato le linee guida del 7 giugno 2016 in materia di prevenzione di trasmissione sessuale del virus Zika. È stata estesa la raccomandazione per lo stop alle pratiche sessuali non protette fino a 6 mesi per i maschi senza sintomi, di ritorno dalle aree colpite. Si legge nel documento: “La via di trasmissione principale del virus Zika è attraverso la zanzara Aedes. Tuttavia, la prove hanno dimostrato che la trasmissione sessuale del virus Zika è possibile e più comune di quanto precedentemente ipotizzato. E ciò desta preoccupazione a causa di un’associazione tra l’infezione da virus Zika e la gravidanza con bambini con microcefalia, complicazioni neurologiche e sindrome di Guillain-Barré”.

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare