Contro recidiva cancro al seno: dieta, sport e stop fumo

Tumore al seno, la Lilt promuove la prevenzione

Raffaele Nespoli
Categorie: Prevenzione
 

Napoli apre alla prevenzione del tumore del seno e sin da ora è possibile prenotare una visita gratuita per intercettare precocemente eventuali problemi o per assicurasi che non ce ne siano. L’occasione è quella della campagna Nastro Rosa, portata avanti dalla Lilt di Napoli con i consueti appuntamenti di divulgazione scientifica, anche su radio e tv, e come detto con i tradizionali controlli senologici gratuiti proprio nell’ambulatorio Lilt cittadino e presso quelli delle delegazioni della provincia di Napoli. Per prenotare le visite gratuite basta chiamare il numero verde 800.998.877 oppure, nei giorni di martedì e di giovedì dalle 10,00 alle 16,30, si può chiamare lo 081.5495188.

L’iniziativa

Per accendere un faro sul tema del tumore del seno, dal 12 al 14 ottobre la Lilt Napoli, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Pozzuoli guidata da Vincenzo Figliolia, illuminerà di rosa Palazzo Migliaresi, straordinaria location archeologica ubicata nel cuore del Rione Terra. Tra le iniziative più significative della campagna Nastro Rosa targata LILT Napoli, uno screening senologico delle ospiti della Casa Circondariale femminile di Pozzuoli.

Il valore della prevenzione

A sottolineare l’importanza di questa campagna è Adolfo Gallipoli D’Errico, presidente della sezione partenopea Lilt: «Torniamo ad accendere un faro in rosa sulla prevenzione senologica -dice –  torniamo a ribadire come l’anticipazione diagnostica che vorremmo diventasse effettivamente un impegno costante

Il presidente della Lilt Napoli Adolfo Gallipoli D'Errico

Il presidente della Lilt Napoli Adolfo Gallipoli D’Errico

un vero e proprio fattore culturale di tutte le donne ed in particolare di quelle più giovani, costituisca un’arma formidabile, insieme ad un corretto stile di vita, contro qualsiasi forma di tumore ed in particolare di quello al seno». Le parole di Gallipoli sono confermate anche dai dati campani che ci dicono come negli ultimi anni è aumentato il numero dei casi di tumore alla mammella ma è diminuito il tasso di mortalità per le donne che sono riuscite a diagnosticarlo in tempo grazie a visite preventive.

 

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare