6788480D-1307-4337-899B-5ABC54A848BD

Paperino firma la card per donare gli organi. Cavazzano al Lucca Comics

Sofia Gorgoni
Categorie: News
 

Sei milioni e mezzo di italiani hanno espresso il loro consenso per donare gli organi. Da ieri, tra loro c’è anche Giorgio Cavazzano, il papà italiano di Paperino, cioè colui che traccia i tratti del personaggio con la sua matita. Il disegnatore, il più celebre degli autori Disney italiani, presente al Lucca comics and games 2019 ha celebrato gli 85 anni del papero più famoso al mondo firmando sul tesserino del donatore. Cavazzano ha inoltre inaugurato “Becoming Human: Be a Hero. Donatori: straordinariamente umani, semplicemente eroi”, la mostra realizzata da Centro nazionale trapianti, Lucca Crea e Ristogest e dedicata alle campagne di comunicazione sociale nazionali e internazionali per la promozione della donazione che hanno come soggetti e testimonial personaggi dei fumetti e supereroi. Il maestro ha poi raccontato di come il tema della donazione sia entrato nella sua vita quando un suo amico ha avuto bisogno di un trapianto di fegato. Per esprimere la volontà a donare gli organi è necessario firmare la “donor card” della campagna nazionale del Ministero della Salute e Cnt. Oltre a Cavazzano, la mostra “Becoming Human: Be a Hero” ha visto il contributo di altri due grandi artisti: Emiliano Santalucia, il toy designer di Hasbro, che ha regalato alla rassegna un’illustrazione originale con al centro Bumblebee, eroe dei Transformers e No Curves, considerato uno dei maggiori esponenti internazionali della tape art, l’arte di disegnare con il nastro adesivo (è sua la copertina dell’ultimo album degli Skunk Anansie). Lo stesso artista dodici anni fa si è sottoposto a un trapianto di rene.

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare