Mappate le parole dei sentimenti

Le parole che compongono la mappa delle emozioni

Categorie: Psicologia
 

Le parole sono importanti, tanto da plasmare la realtà che ci circonda. A dimostrarlo è un curioso studio realizzato dall’Università della Carolina del Nord, che ha creato (grazie ad un team di ricercatori) una sorta di mappatura di tutte le parole usate nel mondo per esprimere le emozioni. In un lavoro pubblicato su “Science” nell’edizione pre-natalizia, i ricercatori hanno confrontato 2.474 lingue, scoprendo così che le parole utilizzate per esprimere un’emozione variano notevolmente nei loro significati in tutti questi linguaggi. Lo studio, che potrebbe sembrare bizzarro, è in realtà molto utile a comprendere la natura stessa dell’uomo. Quasi tutti proviamo amore, ma l’amore non è uguale in ogni dove. Ad esempio, la parola turca “sevgi” o quella ungherese “szrelem” dovrebbero indicare lo stesso sentimento, ma non trasmettono necessariamente il concetto.

DIFFERENZE

Mappando i significati delle parole usate per comunicare le emozioni in più di un terzo delle lingue parlate del pianeta, i ricercatori hanno scoperto “sottili ma significative” differenze attraverso le varie culture. Ad esempio, la parola portoghese saudade, che si riferisce specificamente ai profondi sentimenti malinconici causati dal desiderio di qualcosa di assente o perso, non ha una traduzione diretta in inglese. Insomma, se le emozioni sono un aspetto distintivo della condizione umana, la semantica delle parole usate per descriverle può essere sfumata e con delle sottili peculiarità. E questo suggerisce che l’esperienza umana delle emozioni è modellata non solo dall’evoluzione biologica ma anche dalle parole usate per descrivere quei sentimenti. Facile intuire che, se cambia il significato della parola, cambia anche il sentimento che questa esprime. Anche se solo con piccolissime sfumature. Un concetto non facile da assimilare, ma estremamente importante per ricordarci quanto sia unico ogni essere umano e quanto si possa imparare gli uni dagli altri, facendo di ogni differenza un dono prezioso. Perché è dall’incontro con l’altro che nascono nuove emozioni e che quelle che già proviamo possono assumere nuovi significati.

  • Share this on Linkedin
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare