A Milano nasce Rising Stars BSC Valves Academy

Milano, nasce la Rising Stars BSC Valves Academy

Categorie: News
 

A Milano nasce la Rising Stars BSC Valves Academy, scuola di formazione che mira a valorizzare le abilità dei migliori cardiologi interventisti. Una academy, che vede il sostegno di  Boston Scientific, dove i luminari di domani potranno acquisire le più avanzate competenze sui dispositivi medici e approfondire, in particolare, le procedure relative alle valvole cardiache e alla TAVI, ovvero l’impianto valvolare aortico per via transcatetere. E proprio la formazione di “stelle nascenti” è alla base di un progetto che vuole dare spazio ai nuovi talenti della cardiologia interventistica, fornendo loro gli strumenti culturali e professionali per affrontare, nella pratica clinica quotidiana, procedure mediche sempre più complesse. L’innovazione tecnologica ha impresso forti accelerazioni, in alcuni casi vere e proprie rivoluzioni, in tanti settori della medicina e della chirurgia; per questo è importante conoscerla, padroneggiarla e governarla con talento e sapienza.  

KNOW HOW

Forte di un solido background internazionale, il progetto “Rising Stars BSC Valves Academy” è tutto italiano. Messo a punto dalla Divisione di Cardiologia Strutturale presso la sede italiana di Boston Scientific a Milano, prevede 4 incontri formativi nell’arco di diversi mesi, 3 dei quali da tenersi presso l’Institute for Advanced Science di Milano.  Rigore e know-how internazionali coniugati ad approccio, linguaggio e un format interattivo sono gli elementi portanti di questo corso che prevede non solo approfondimenti scientifici e tecnologici sulle valvole (TAVI), ma il coinvolgimento dei partecipanti nell’individuazione e selezione dei pazienti idonei, la condivisione di esperienze e la sperimentazione, sotto la guida di docenti esperti, delle tecnologie TAVI. Le prime due sessioni sono focalizzate su Procedure Planning, la pianificazione e gestione di una procedura d’impianto, e su Complex Anatomies, con la discussione di casi clinici. Nella terza giornata la parola sarà lasciata a opinion Leader del settore, i quali presentano l’esperienza dei propri centri.

ESPERIENZA IMPORTANTE  

«La pianificazione del nostro operato è un punto fondamentale e spesso garanzia di buon risultato, se ben condotta. Il progetto Rising Stars BSC Valves Academy ha giustamente introdotto il corso dallo studio a tavolino degli elementi disponibili come valutazione clinica, studio TAC, ecocardiografia, doppler arterioso e venoso degli accessi vascolari», dice uno dei primi discenti Diego Maffeo (Responsabile Unità semplice di Emodinamica dell’Istituto Clinico Fondazione Poliambulanza) «È necessario che i cardiologi interventisti del domani sappiano impostare un piano di lavoro teorico prima di affrontare la procedura e non sono molti, oggi, i corsi disponibili per poterlo fare». Positivo anche il commento di un’altro discente d’eccezione: Damiano Regazzoli, Cardiologia Clinica e Interventistica, Istituto Clinico Humanitas, Rozzano-Milano. E’ proprio lui a sottolineare che «la crescita professionale, in Cardiologia Interventistica, passa sempre attraverso la condivisione delle proprie esperienze e di quelle altrui. In questa serie di incontri – dice –  è stato possibile confrontarsi con altri Emodinamisti, alcuni dei quali riconosciuti come leader nel campo del trattamento transcatetere delle valvulopatie». Chiuso il primo “corso-pilota”, iniziato a maggio, c’è grande attesa per la formazione della prossima classe. 

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare