Coronavirus: quanto può sopravvivere sulle lenti a contatto? Lo studio

Coronavirus: quanto può sopravvivere sulle lenti a contatto? Lo studio

Sofia Gorgoni
Categorie: Prevenzione
 

Una delle principali raccomandazioni per contrastare la diffusione del Coronavirus è quella di non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani. Ma cosa succede quando si indossano le lenti a contatto? Uno studio ha dimostrato che il virus può sopravvivere per molto tempo.

Coronavirus e lenti a contatto

Le lenti a contatto obbligano a una manipolazione: per inserirle, infatti, le mani dovranno inevitabilmente muoversi in prossimità dell’occhio e se non sono perfettamente pulite, il rischio di contagio può essere alto. A dimostrarlo è un recente studio pubblicato sul Journal of Hospital Infection e ripreso dalla Società Italiana di Oftalmologia che si è concentrato sulla persistenza del Coronavirus su alcuni materiali sintetici. Uno dei materiali analizzati è il silicone, con cui vengono prodotte la maggior parte delle lenti a contatto presenti in commercio.

I risultati della ricerca hanno dimostrato che il Coronavirus resiste sul silicone per ben 5 giorni. Si tratta quindi di un tempo molto più lungo rispetto ad altri materiali. Ad esempio la sopravvivenza del virus sulla plastica è di 72 ore, sul rame appena 4 ore. Inoltre gli occhi sono un canale di trasmissione particolarmente privilegiato e quindi il rischio è ancora più alto. Gli esperti, in questo periodo raccomandano di  utilizzare gli occhiali, in modo da ridurre il pericolo di contaminazione. Se invece le lenti sono una scelta obbligata in questo periodo è consigliabile evitare quelle multiuso e scegliere le lenti usa e getta. In questo caso si eviterà anche di doverle sterilizzare o pulire in modo erroneo con prodotti troppo aggressivi. Inoltre, le goccioline che veicolano il virus hanno una maggiore permanenza sulla lente a contatto più che sul film lacrimale, quest’ultimo viene prodotto continuamente e contribuisce a un “lavaggio” naturale della superficie. Tuttavia, il Presidente della Società Oftalmologica Italiana Matteo Piovella ha raccomandato in una nota: ”in questo terribile  periodo indossate solo occhiali da vista relegando l’utilizzo di lenti a contatto giornaliere monouso solo quando proprio non se ne può fare a meno. Le lenti a contatto oggi non vanno utilizzate più di un singolo giorno. Vanno assolutamente evitate le lenti mensili o trimestrali . Ne va della salute visiva e in alcuni casi anche della vita”. 

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare