vaccino, un uomo a letto con la febbre

Vaccino antinfluenzale, ecco perché sarà determinate

Categorie: News
 

In moltissimi ci state scrivendo per saperne di più sull’estensione del vaccino antinfluenzale e per sapere perché può essere ancor più utile in tempi di Covid. Così, abbiamo deciso di rispondere ad alcune delle vostre domande, speriamo, in modo chiaro ed esaustivo. Iniziamo col ribadire che proprio a causa del coronavirus quest’anno c’è una forte raccomandazione alla vaccinazione e un’offerta gratuita a tutti i bambini da 6 mesi a 6 anni e alle persone sopra i 60 anni e, oltre che a tutte le categorie a rischio e agli operatori sanitari.

PERCHE’ VACCINARSI

La vaccinazione è importante perché ci si aspetta che ai primi freddi, con il ritorno delle sindromi influenzali, possa esserci una sovrapposizione dei sintomi e quindi una maggiore difficoltò a gestire i casi sospetti. Si rischio insomma di scambiare sintomi del Covid con quelli di una banale influenza. Ma non è tutto. Chi fa il vaccino antinfluenzale riduce anche le possibilità di avere delle complicanze legate proprio all’influenza. Quanto ai bambini 6 mesi a 6 anni, si punta a ridurre la circolazione del virus influenzale fra gli adulti e gli anziani nell’attuale fase pandemica.

QUANDO VACCINARSI

Altra domanda che in molti si pongono è “quando bisogna fare il vaccino?” Proprio a causa del Covid si raccomanda di anticipare all’inizio di ottobre, proprio per prendere per tempo la circolazione del virus influenzale. Si deve infatti considerare che la risposta immunitaria alla vaccinazione impiega circa due settimane per svilupparsi pienamente. Questo significa che, fatto il vaccino, passano altre due settimane prima che sia pienamente efficace. 

QUANTI DOVREBBERO VACCINARSI

Il ministero della Salute stabilisce che gli obiettivi di copertura, per tutti i gruppi target, siano il 75% come obiettivo minimo perseguibile e il 95% come obiettivo ottimale. Questo significa che, ancora una volta, siamo noi a dover fare la nostra parte per contenere il rischio che con l’arrivo del freddo possano ripetersi situazioni drammatiche come quelle già vissute.  

  • Share this on Linkedin
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare