Delizie in tavola

Brindisi e dolci, a tavola vietato esagerare

Categorie: Alimentazione
 

Complice il grande stress di questi mesi, il Natale più che mai rischia di portarci ad eccessi e bagordi che possono avere effetti dannosi sulla salute. Per quanto sia comprensibile il desiderio di concedersi qualche strappo alla regola, gli esperti sono concordi nel lanciare un appello alla moderazione. Due gli aspetti ai quali fare attenzione: mantenersi in movimento e rispettare poche semplici regole quando si è a tavola. Se per il movimento bisognerà adeguarsi agli stringenti divieti da “zona rossa”, anche se una passeggiata nei pressi di casa è sempre possibile, per l’alimentazione è bene affidarsi ai consigli di un’esperto. In questo caso di un’esperta: la nutrizionista Teresa di Lauro.

Tavola, la nutrizionista Teresa di Lauro

Teresa di Lauro

«Molte persone si concentrano molto su diete bizzarre – spiega – per cercare di conciliare la voglia di qualche strappo con il desiderio di non prendere peso. Credo sia più opportuno usare il buon senso, evitare di sottoporsi ad abbuffate e digiuni, e godersi qualche giorno di relax. Anche con piccoli strappi alle regole. Non è in tre giorni, né in una settimana, che ci si gioca la partita della salute. E lo stesso vale per la line: non sarà certo il periodo tra Natale e capodanno ad inficiarla». Un consiglio che vale sempre è quello di seguire uno stile di vita sempre, tutto l’anno, il ché consente anche di godersi le festività a tavola senza badare troppo alle conseguenze. Insomma, l’equilibrio resta sempre la parola chiave, evitando di strafare. 

POCHE REGOLE

«La prima regola da tenere a mente – dice di Lauro – è evitare il pane, ed evitare di arrivare troppo affamati ai pasti principali. Molto meglio, prima di sedersi a tavola, consumare una bella porzione di verdure crude. In questo modo ci si riesce a saziare ammetando l’apporto di fibre». Questo piccolo trucchetto consente di ridurre la quantità di calorie e anche di evitare i sensi di colpa che seguono sempre a qualche strappo di troppo. Altro consigli della nutrizionista è di evitare di mangiare il dolci a fine pasto. «Meglio consumarli invece nel pomeriggio, in modo da considerarlo quasi come uno spuntino». Ok a qualche brindisi, che sicuramente non può mancare tra Natale e Capodanno.«Via libera champagne, prosecco e vini senza esagerare – aggiunge l’esperta – e soprattutto accompagnandoli ai pasti così da rallentare l’assorbimento dell’alcol». Attenzione infine a bilanciare i pasti, alternando un pasto sostanzioso ad una cena frugale, e viceversa. «Sarebbe sempre meglio evitare di eccedere alla sera, visto che il giorno ci consente di consumare poi le calorie assunte, ma in ogni caso il pasto che precede o che segue quello più corposo della giornata dovrebbe essere abbastanza frugale, composto da cereali e verdure, così da concedersi non più di uno strappo in tutta la giornata». Una regola che quasi tutti dimenticano è poi quella di bere durante tutta la giornata. Di Lauro spiega che la disidratazione porta il nostro corpo a processare e metabolizzare gli alimenti più lentamente. Come detto, se possibile sarebbe sempre utile approfittare delle feste e del tempo libero anche per fare delle lunghe passeggiate a ritmo sostenuto, non soltanto per sentirsi più energici e positivi, ma anche per bruciare qualche caloria in più. Naturalmente, sempre nel rispetto delle regole e rispettando il distanziamento. 

  • Share this on Linkedin
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare