Vaccinazione

Vaccinazione ai piccoli disabili, al II Policlinico spunta anche Ghoulam

Categorie: Bambini
 

Incontrare un proprio idolo il giorno della vaccinazione e ricevere un dono speciale. E’ quanto accaduto ai giovanissimi pazienti fragili del Policlinico Federico II di Napoli, che proprio stamattina sono stati chiamati per ricevere il siero anti Covid e che hanno trovato anche la sorpresa di conoscere e salutare il calciatore azzurro Faouzi Ghoulam. Il campione azzurro ha infatti deciso di sorprendere tutti e recarsi personalmente al centro vaccinale per fare ai ragazzi un dono speciale. Così, sempre nel rispetto delle norme anti contagio, Ghoulam ha incontrato tutti i ragazzi, regalando a ciascuno di loro una maglietta del Napoli autografata. Proprio oggi, infatti, il policlinico Federico II di Napoli ha ha dato il via alle Giornate Blu della Salute per tutte le persone con disabilità, in età adulta e pediatrica. Visite mediche specialistiche con ambulatori dedicati di oculistica, odontoiatria, otorinolaringoiatria, ginecologia, gastroenterologia pediatrica, cardiologia e neuropsichiatria infantile.

VISITE DEDICATE

Proprio grazie a questa iniziativa i pazienti hanno avuto modo di accedere con impegnativa del medico di medicina generale o del pediatra di libera scelta ai vari ambulatori. Nessuna  prenotazione, è bastato presentarsi  al punto di accoglienza allestito nell’area antistante all’edificio 14 e, nel rispetto delle misure di sicurezza anti-Covid, hanno effettuato il test sierologico rapido, accolti da un team multispecialistico che li ha poi accompagnati nella fase di accettazione e presso le diverse strutture coinvolte per effettuare le visite. Per i pazienti che per la prima volta si sono trovati al Policlinico è stata anche prevista una visita agli ambulatori, anche per consentire di familiarizzare con la struttura e fare in modo, in particolare per i pazienti con disabilità cognitive e relazionali, di poter avere un approccio più sereno nell’accesso alle visite. Accompagnati da personale medico ed infermieristico in formazione, i pazienti hanno avuto modo di programmare eventuali prestazioni assistenziali nei successivi appuntamenti nell’ambito delle Giornate Blu della Salute. Il progetto nasce con l’obiettivo di favorire una maggiore consapevolezza da parte delle famiglie e dei care-giver delle persone con disabilità rispetto all’importanza di costruire un rapporto sereno con i percorsi di cura e per poter consolidare nei professionisti della salute in formazione una sempre maggiore capacità di accogliere e comprendere i bisogni assistenziali, lavorando a processi di umanizzazione delle cure.

VICINI ALLE FAMIGLIE

Le Giornate della salute, organizzate sotto l’egida della Regione Campania, in sinergia con l’Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici e con la partecipazione dell’Associazione Nazionale Famiglie di Persone con disabilità intellettiva o relazionale, si svolgeranno ad aprile e maggio. «Hanno un grande valore assistenziale per i servizi che offriamo agli utenti più fragili e che seguiamo nel tempo per le cronicità – dice il direttore generale del Policlinico, Anna Iervolino – e trasferiscono anche un messaggio importante di vicinanza del Servizio Sanitario Regionale agli utenti, tanto più in un periodo difficile come la pandemia. Abbiamo organizzato un percorso esteso a più prestazioni ambulatoriali perché vogliamo cogliere quest’occasione anche per far sì che i pazienti con disabilità possano familiarizzare con le nostre strutture e conoscere meglio i professionisti a cui affidarsi. È volontà della Regione procedere con determinazione nella lotta al Covid e nelle vaccinazioni senza nel contempo trascurare le altre patologie che meritano altrettanta attenzione».

  • Share this on Linkedin
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare