News

Long Covid, attività fisica può bloccare rischio diabete e depressione

long covid

Oggi non esiste ufficialmente nessuna cura contro il Long Covid. Uno studio appena realizzato evidenzia come l’esercizio fisico possa aiutare a interrompere il circolo vizioso dell’infiammazione che può portare allo sviluppo di diabete e depressione, mesi dopo che una persona è guarita dal virus del Covid-19. L’ipotesi è stata fatta dagli studiosi del Pennington Biomedical Research Center, negli Usa, e pubblicata sulla rivista Exercise and Sport Sciences Reviews. Il Long Covid è stato già dimostrato che può provocare depressione, come ribadisce Candida Rebello, una delle autrici della ricerca, inoltre può aumentare i livelli di glucosio nel sangue al punto che alcune persone sviluppano chetoacidosi diabetica, una condizione potenzialmente pericolosa per la vita comune tra le persone con diabete di tipo 1. L’esercizio fisico può aiutare molto. Il Long Covid provoca ciò che i Centers for Disease Control descrivono come “una costellazione di altri sintomi debilitanti” tra cui nebbia cerebrale, dolore muscolare e affaticamento che possono durare per mesi dopo che una persona si è ripresa dall’infezione iniziale. “Ad esempio- sottolinea Rebello – una persona potrebbe non ammalarsi in modo grave di COVID-19, ma sei mesi dopo, molto tempo dopo che la tosse o la febbre sono scomparse, sviluppare il diabete”. L’attività fisica è il mezzo per ridurre notevolmente i rischi. “Non è necessario correre per chilometri o camminare per tutta la durata a ritmo sostenuto, -conclude l’esperta – anche camminare lentamente è esercizio. Idealmente, si dovrebbe fare una sessione di esercizio di 30 minuti. Ma se se ne possono fare solo 15 minuti alla volta, si può provare a farne due sessioni. Se si può camminare solo 15 minuti una volta al giorno, meglio farlo. L’importante è provare. Non importa da dove si inizia. Si può gradualmente raggiungere il livello di esercizio raccomandato”.

Pillole di Presa

Con il supporto di

Newsletter

Tieniti aggiornato sulle ultime notizie di prevenzione e salute
  • Acconsento alla raccolta e alla gestione dei miei dati in questo sito come descritto nella Privacy Policy