La piccola nata al Pineta Grande

Incinta a 48 anni, lo scopre al momento del parto

Raffaele Nespoli
Categorie: News - Prevenzione
 

Credeva di essere in menopausa, ha scoperto di essere in cinta il giorno del parto. La storia incredibile arriva dal casertano, in particolare da Castel Volturno. Maria Stasio, 48enne di Grazianise è corsa al pronto soccorso dell’ospedale Pineta Grande convinta di essere vittima di una violenta colica addominale. E stato uno choc quando il ginecologo Roberto Bembo le ha invece comunicato che quel dolore nascondeva ben altro. «Quando la collega mi ha chiesto un consulto – spiega – non avrei mai creduto di trovarmi davanti ad una situazione del genere. Ho disposto un’ecografia e ho scoperto che la signora era in realtà in travaglio». Di lì a poco il trasferimento in sala parto e la nascita della piccola Maria Pia. La bimba è venuta al mondo in un lampo, nata presumibilmente alla 32esima settimana. I medici del Pineta Grande fanno sapere che pesa 1,65 kg ed è alta 42 centimetri. Entrambe, mamma e figlia, stanno bene e presto, si spera entro una ventina di giorni, l’intera famiglia potrà ritrovarsi a casa.

Maria Stasio non è la prima, e di certo non sarà l’ultima donna a non accorgersi della gravidanza. Reta però da capire come questo sia possibile. Per i medici si tratta di casi eccezionali, che si possono verificare solo se più elementi si trovano a collidere. Una sorta di “tempesta perfetta” del parto. Nel caso di specie la corporatura di mamma Maria ha fatto in modo che l’aumento della pancia non si vedesse troppo. Inoltre la donna era stata a visita da un ginecologo mesi prima, e il medico le aveva preannunciato che di li a poco sarebbe arrivata la menopausa, a quanto pare a causa di un problema alle ovaie. Terzo elemento è stato un incidente occorso all’anziana madre della donna. «Per restare al suo fianco – ha raccontato la donna – mi sono trascurata molto. Così, quando mi sono accorta che il ciclo non mi veniva più ho semplicemente ripensato alle parole del ginecologo. Credevo di essere in menopausa».

Questa, e altre storie simili, fanno riflettere sull’importanza di sottoporsi a controlli periodici. Certo nella maggior parte dei casi serviranno a fare prevenzione, non certo ad intercettare una gravidanza, ma questa è un’altra storia.

 

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un Commento