Sesso e volentieri: per la memoria delle donne è un toccasana. Neuroni pazzi di gioia

Sesso: per la memoria delle donne è un toccasana

 

Avere una vita sessualmente molto attiva potrebbe rinforzare la memoria, almeno quella delle donne.
Ad affermarlo è uno studio pubblicato sulla rivista Archives of Sexual Behavior e condotto su un campione di giovani donne.
Lo studio è stato diretto da Larah Maunder della McGill University in Canada e ha dimostrato che le donne che fanno sesso più di frequente evidenziano una capacità di memorizzare più scattante, ricordano meglio le cose o più precisamente totalizzano un punteggio maggiore a test mnemonici.
Durante lo studio, i ricercatori hanno prima sottoposto il campione a una serie di test di memoria per valutarne le capacità. In una fase seguente hanno chiesto loro di compilare dei questionari riguardanti informazioni personali (frequenza del sesso, etc) e anche in merito al loro rendimento accademico (punteggi ottenuti a esami importanti, etc) e al loro stile di vita (frequenza attività fisica, etc).
Io risultato dimostra che le donne con una più frequente attività sessuale sono quelle che ottengono i migliori risultati ai test di memoria.
Non è del tutto chiaro se vi sia un meccanismo di causa ed effetto tra sesso e funzione mnemonica, l’ipotesi dei ricercatori è che – come già constatato in studi su animali – l’attività sessuale stimoli la produzione di nuovi neuroni nell’area della memoria e dell’apprendimento, l’ippocampo e, così facendo, rinforzi la memoria. Ulteriori studi in futuro potranno essere in grado di confermare questa tesi.

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare