Il tono dei cinguettii in rete rivela l'andamento di una dieta

Il tono dei cinguettii in rete rivela l’andamento di una dieta

 

Una ricerca ha studiato la correlazione tra l’esito di una dieta e il tono dei cinguettii espressi sul popolare social network. Insomma, il successo o il fallimento di una dieta è ‘scritto’ nei tweet. Chi dimostra un certo ottimismo attraverso la piattaforma è più probabile che abbia centrato gli obiettivi. La percentuale di accuratezza con cui può essere previsto è del 77 per cento, secondo lo studio, e si basa sui sentimenti espressi nelle frasi e nelle parole sul social basato su un numero limitato di caratteri.
Questa conclusione emerge da una ricerca del Georgia Institute of Technology, che sarà presentata alla 20th ACM Conference on Computer-Supported Cooperative Work and Social Computing, dal 25 febbraio al primo marzo negli Usa. I ricercatori hanno preso in esame più di due milioni di tweet, sommati agli aggiornamenti di una app conta-calorie, MyFitnessPal, relativi a 700 persone.
Dai risultati è emerso che coloro che riuscivano a tenere fede agli obiettivi della dieta esprimevano sentimenti più positivi, erano più proiettati verso il futuro e avevano un network sociale più ampio. Inoltre, si focalizzavano di più su argomenti relativi alla salute e al fitness e interagivano maggiormente con gli altri. “Abbiamo osservato che gli utenti erano molto più propensi a condividere ricette sane, offrire suggerimenti sull’alimentazione e l’esercizio fisico, e riferire i propri progressi- spiega Munmun De Choudhury, autrice principale della ricerca- una più grande rete di amici e seguaci, oltre che un maggiore coinvolgimento, significano per queste persone un sistema di supporto più forte e una probabilità di adesione alla dieta migliore”.
Al contrario, coloro che non erano riusciti a centrare gli obiettivi della dieta mostravano di avere un tono palesemente negativo su Twitter e tendevano ad esprimere più ansia e disagio nei loro ‘cinguettii’. Anche pochi caratteri, quindi, possono dire tanto.

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare