Iniziative per la Giornata mondiale Autismo. Casi aumentati di 10 volte

Iniziative per la Giornata mondiale Autismo. Casi aumentati di 10 volte

 

Domenica prossima, in tutto il mondo, scendono in piazza i volontari per promuovere la consapevolezza sull’autismo. Dalle ultime stime, un bambino su 68, in alcuni casi anche in forma molto lieve, soffre di sindrome dello spettro autistico, un dato cresciuto di 10 volte negli ultimi 40 anni. Il due aprile è la giornata dedicata a loro. Alcune piazze e monumenti verranno illuminati di blu e sono in programma tantissime iniziative, da Torino a Reggio Calabria, anche nelle scuole. In l’Italia a fare il punto sulla Giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo è il Ministero della Salute che ha presentato la campagna di raccolta fondi #sfidAutismo17, promossa da Fondazione Italiana Autismo (Fia).

Ad oggi non esistono farmaci in grado di curare questa sindrome e le famiglie ancora spesso vivono in condizioni di isolamento e mancata assistenza. Domenica ad illuminarsi saranno anche i più importanti monumenti degli stati di tutto il mondo, dall’Empire State Building di New York al Cristo Redentore di Rio de Janeiro, si tingeranno di blu perché è il colore scelto dall’ONU come simbolo per l’autismo. In Italia, ha spiegato il sottosegretario alla Salute Davide Faraone, “l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci) ci aiuterà a far diventare blu tutti i principali monumenti e piazze delle nostre città”. A Roma “ad esempio, saranno illuminati il Quirinale e Palazzo Montecitorio”.
In questi anni “è andato via via crescendo – aggiunge Faraone – il contributo da parte delle Istituzioni alla sensibilizzazione sul tema”. In particolare, è importante il ruolo svolto dal Ministero dell’Istruzione, che, prosegue il sottosegretario, “ha inviato una circolare alle scuole per far sì che in ogni istituto siano promosse iniziative di conoscenza sul tema, con eventi che ospiteranno le associazioni delle persone con autismo e i loro familiari, o associazioni scientifiche di settore”.

  • Share this on Linkedin
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare