Epatite C, una ricercatrice a lavoro

Epatite C, troppe infezioni inconsapevoli

Categorie: Prevenzione
 

Epatite C, un nemico spesso sottovalutato e silente che può portare a conseguenze anche gravissime. Ecco perché ciascuno dovrebbe sottoporsi periodicamente ad un test di screening e accertarsi di non aver contratto il virus. Oggi, contro l’epatite C è stata vinta un’importante battaglia, il Ministro della Salute Roberto Speranza e il Ministro dell’Economia e delle Finanze Daniele Franco hanno firmato il decreto per lo Screening nazionale gratuito per il virus Hcv. Con le risorse stanziate, circa 70 milioni per il biennio 2020-2021, viene migliorata la possibilità di diagnosi e trattamento precoce della malattia, e si avvicina l’obiettivo di interrompere la circolazione del virus impedendo nuove infezioni. Un portale molto utile per avere informazioni e eventualmente consigli pratici contro l’epatite C è quello della Fondazione Fegato. 

COME SI SVILUPPA LA MALATTIA

Uno dei problemi dell’epatite C è che spesso la malattia non viene sconfitta in maniera naturale dal sistema immunitario, e quindi tende a cronicizzarsi. Solo il 30% circa delle persone infettate da HCV sono in grado di debellare il virus attraverso il lavoro del proprio sistema immunitario, e ciò accade nel giro di circa sei mesi. Il restante 70% dei pazienti che hanno contratto il virus, non si libera del virus stesso e sviluppa un’infezione da HCV a lungo termine o cronica.

I SINTOMI

Altro grande problema è la mancanza di sintomi. Nella maggior parte dei casi le persone con epatite C acuta e cronica sono asintomatici. Spesso servono decenni per avere delle manifestazioni clinicamente rilevanti e quindi per arrivare ad una diagnosi. Inoltre i sintomi sono spesso “aspecifici” e tra questi ci sono debolezza, dolori articolari, prurito cutaneo, dolore muscolare, mal di stomaco e ittero, che possono facilmente essere associati ad altro.

TRATTAMENTO

La cura dell’epatite C ha fatto negli ultimi anni passi in avanti enormi. Sono disponibili farmaci definiti “antivirali ad azione diretta” dotati di altissima efficacia e molto ben tollerati, somministrabili praticamente a tutti i pazienti con epatite C. Con questi farmaci in un tempo che va da 8 a 16 settimane è possibile eliminare il virus ed arrestare la progressione della malattia epatica. In altre parole si può guarire del tutto. Il consiglio è quindi quello di fare subito un test e prendersi cura della propria salute.

  • Share this on Linkedin
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare