Stelle di Natale Alba Parietti tra i testimonial Ail 2018

Tornano le Stelle di Natale contro le leucemie

 

A dicembre è tempo di solidarietà e come ogni anno tornano le Stelle di Natale dell’Ail, Associazione italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma. Si festeggia quest’anno un compleanno importante, visto che il progetto delle Stelle di Natale è alla sua trentesima edizione. Da venerdì 7 a domenica 9 dicembre migliaia di volontari offriranno in 4.800 piazze italiane una piantina natalizia a chi verserà un contributo minimo associativo di 12 euro.

Numero solidale

Quest’anno in occasione della campagna, chi vorrà sostenere l’Associazione avrà una modalità in più per donare, dal primo al 16 dicembre sarà infatti attivo il numero solidale 45585, con il quale si può inviare un sms solidale, oppure fare una chiamata da telefono fisso. Grazie ai fondi raccolti col numero solidale quest’anno l’Associazione finanzierà Ail Accoglie, un progetto per sostenere i pazienti costretti a lasciare la propria città di durante le terapie. I fondi serviranno per supportare Le Case Alloggio, strutture situate nei pressi dei principali Centri di ematologia che accolgono gratuitamente malati e familiari durante il periodo di cura; per finanziare i viaggi solidali, spostamenti in treno, macchina o aereo offerti dall’Ail per raggiungere Centri altamente specializzati.

50 anni di solidarietà

Grazie ai fondi raccolti con le Stelle di Natale e con il numero solidale, l’Ail continuerà a svolgere le attività che la caratterizzano da 50 anni: collaborare al servizio di Assistenza domiciliare, che consente ad adulti e bambini di essere seguiti da personale specializzato nella propria abitazione riducendo i tempi di degenza ospedaliera; sostenere la ricerca scientifica; supportare le Case alloggio Ail (attualmente sono 35 le città italiane che offrono questo servizio a 4.300 tra pazienti e familiari); sostenere il funzionamento dei Centri di Ematologia e di Trapianto di Cellule staminali e sostenere i laboratori per la diagnosi e la ricerca.

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare