Dieta e sport, una donna fa esercizi per gli addominali

Sport, salvarsi la vita con 30 minuti al giorno

Raffaele Nespoli
Categorie: Sport
 

Se siete tra quelli che in palestra «abbonamento annuale», ma poi mollate dopo 2 giorni, allora lo sport e meglio farlo con piccoli espedienti. Del resto rinunciare all’attività fisica sarebbe da incoscienti.  A ricordarci l’importanza dello sport è infatti un maxi studio senza precedenti, pubblicato sulla rivista Lancet. Condotto da Scott Lear della University’s Faculty of Health Sciences and Pfizer/Heart & Stroke Foundation e St. Paul’s Hospital in Canada, questa ricerca ha coinvolto 130.843 persone di 35-70 anni (in 17 paesi) che hanno compilato dei questionari dettagliati sul loro libello di attività fisica (e il tipo di attività) e su altri fattori (da dieta a vizio del fumo etc). I partecipanti sono stati sottoposti a più riprese a dei check up completi e seguiti per una media di 7 anni. Nel tempo i ricercatori hanno registrato tutti i decessi e gli eventi cardiovascolari intercorsi. E i risultati mettono la pelle d’oca, almeno a chi lo sport lo vede solo in tv.

30 minuti al giorno

Come detto è emerso che l’attività fisica (dalla palestra o anche solo il recarsi a lavoro a piedi o in bici, o fare i lavori di casa) salva la vita: a livello globale un decesso su dodici (l’8% di tutti i decessi) può essere prevenuto con 30 minuti di attività 5 giorni su 7. Inoltre un caso su 20 (4,6%) di malattie cardiovascolari può essere prevenuto e al crescere dei livelli settimanali di attività fisica i rischi di morte e di patologie cardiovascolari si riducono. Suddivisi in gruppi in base al livello di attività fisica settimanale svolto, si è visto che il 3,8% di coloro che praticavano in media 150 minuti di attività fisica a settimana ha sviluppato una patologia cardiovascolare contro il 5,1% di coloro che non arrivano a quei livelli di attività fisica. Per questi ultimi, inoltre, il rischio di morte è maggiore (6,1%) rispetto a coloro che svolgono 150 minuti settimanali di attività fisica (4,2%).

Lo faccio a casa

Se non c’è tempo, o voglia, di andare in palestra si può sempre sfruttare quel che si ha a casa. Le scale ad esempio sono perfette per un po’ di esercizio domestico. Bastano anche quattro gradini, quindi «abito al piano terra» non potrà mai essere una scusa. Salire e poi riscendere alternando alta intensità a riposo attivo è infatti un ottimo modo per bruciare grassi e tenere in forma il cuore.

Addominali

Il mountain climber è uno degli esercizi per addominali più mirati. Come fare? Posizionarsi sul letto appoggiando le mani all’altezza delle spalle e le gambe in posizione plank, quini un po’ come se si volessero fare delle flessioni. Poi portare velocemente un ginocchio dopo l’altro in avanti fino a toccare il rispettivo gomito. I glutei vanno sempre mantenuti bassi e la schiena con le gambe devono formare una linea dritta.

High five

Questo esercizio è ottimo per il coordinamento e rafforzare tutta la muscolatura. Come fare? Sdraiarsi sul letto sulla schiena e tirarsi su mantenendosi solo su mani e piedi. Sollevare il bacino e il sedere fino a raggiungere una posizione parallela al letto e letteralmente battere il 5 con la mano destra sulla pianta del piede sinistro. Alternare entrambe le direzioni. Questi sono solo alcuni dei mille modi con i quali ci si può tenere in forma senza necessariamente andare in palestra. Ricordando che 30 minuti al giorno possono salvare la vita.

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un Commento