Un medico si misura la pressione arteriosa

Pressione alta? Ecco come misurarla

Categorie: News
 

Dottore ho la pressione alta. È una delle preoccupazioni principali per centinaia di migliaia di Italiani e, causa Covid, c’è anche il rischio che eventuali problemi vengano trascurati. Oggi infatti il timore di un contagio sta spingendo molti pazienti, anche cronici, ad evitare controlli dal proprio medico. Ecco perché gli esperti avvertono che il Covid potrebbe fare molte più vittime di quanto appaia nei dati, vittime “indirette” causate da mancati controlli e da una vera e propria rinuncia alle cure. Sta avvenendo in campo oncologico, ma anche e soprattutto è un problema che si sta rivelando molto grave per quel che concerne le patologie cardiache. Proviamo allora a fare un po’ di chiarezza su come misurare la pressione al meglio, sgombrando il campo da dubbi e incertezze. 

DIVERSE MISURAZIONI 

Talvolta può capitare di avere una pressione diversa se misurata al braccio destro o a quello sinistro. Di per se questo non deve essere motivo di allarme. Esiste un limite fisiologico entro il quale questa discrepanza è normale, la pressione misurata al braccio destro può essere più alta fino a 10 millimetri di mercurio (mmHg) rispetto a quella misurata al sinistro per una ragione anatomica. Questa differenza dipende da cause anatomiche, dal percorso che il sangue deve percorrere. Tra le due misurazioni quella “reale” è sempre  quella più elevata. Se tra le due braccia c’è una differenza superiore a 10-15 mmHg allora la questione andrebbe approfondita, perché potrebbe esserci una variante anatomica o un’ostruzione del sistema arterioso che porta il sangue agli arti superiori.

COME MISURARE 

Uno dei dubbi più frequenti che assalgono chi misura la pressione a casa è “come ottenere una misurazione precisa”. Esistono poche e semplici regole da rispettare per fare in modo che il valore rilevato sia accurato. In primo luogo la misurazione deve essere fatta dopo almeno cinque minuti di riposo. È necessario che la misurazione avvenga in posizione seduta, comoda e in un ambiente tranquillo. A volte il battito cardiaco, e la pressione, possono risentire di stati d’ansia legati al timore della misurazione stessa. Assolutamente vietato misurare la pressione dopo aver assunto caffeina (da un’ora) o dopo aver fumato una sigaretta (nel quarto d’ora precedente). Importante anche la posizione del braccio, che deve essere appoggiato e deve essere all’altezza del cuore. Diverse misurazioni di conferma andrebbero fatte a non meno di due minuti l’una dall’altra. Queste semplici regole sono un buon inizio per tenere sotto controllo la pressione, ma il primo consiglio è sempre quello di farsi visitare regolarmente da un medico, soprattutto in presenza di sintomi o di patologie che possono mettere a rischio il bene più prezioso che abbiamo, la nostra salute.

  • Share this on Linkedin
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare