Il gruppo rock con abilità diverse protagoniste del palco di Sanremo

Il gruppo rock con abilità diverse protagonista del palco di Sanremo

 

Nell’ultima serata dal Festival è toccato a loro: dal vivo a Sanremo si sono esibiti i Ladri di carrozzelle, il gruppo rock che formato da persone con diverse abilità che rappresenta il progetto sociale più longevo del mondo musicale italiano collegato al Terzo Settore.
Questi artisti speciali hanno aperto l’ultima serata della 67° edizione del Festival con una canzone che è un inno alla vita già dal titolo: “Stravedo per la vita”.
I Ladri di Carrozzelle fanno parte della Cooperativa Arcobaleno di Frascati. La band nasce nel 1989 al rientro da una vacanza passata in un villaggio turistico per ragazzi con disabilità: alcuni di loro hanno in comune la passione per la musica e decidono di mettersi insieme.
Nel corso degli anni il gruppo si arricchisce di nuovi elementi e cambia membri anche a causa dell’aggravarsi della patologia  dei fondatori. I ragazzi presenti a Sanremo sono solo la rappresentanza di un gruppo composto da circa 20 elementi suddivisi in diverse formazioni che si esibiscono a seconda dell’impegno richiesto.
Stravedo per la vita è il titolo della canzone arrangiata che è stata orchestrata dal Maestro Federico Capranica, mentre le parole sono di Paolo Falessi. La band è prodotta da CubikTv, giovane e coraggiosa webtv che crede e sostiene nella  bellezza della ‘diversità’.
Su Cubik tv è possibile vedere i video di sostegno ai Ladri inviati via WhatsApp da attori, cantanti, registi, sportivi, musicisti, e tanti amici, nostri e loro!
Angelipress.com in questa occasione ha svolto una funzione di supporto e ‘facilitazione’ per i Ladri.
Forza Ladri di Carrozzelle!
#stravedoperlavita

Il testo di Stravedo per la vita

Come un vecchio marinaio
mentre osserva nuove coste
Nel silenzio della notte
Vuole risposte
La vita nel mio caso
un po’s’è divertita
Non ci vedo più
ma stravedo per la vita

Quante sono le domande
Che rimangono nel vuoto
Sono veramente tante
Beh Io ci nuoto
Non reggo i pessimisti
e la gente risentita
via le facce tristi perché io si

Stravedo per la vita (per la vita)
Si stravedo per la vita (per la vita)
È inutile negare che è tanta la fatica
mai tirarsi indietro perché io
Stravedo per la vita (per la vita)
Si stravedo per la vita (per la vita)
E guardo sempre avanti affronto la salita
anche se non ci vedo io stravedo
Stravedo per la vita (per la vita)
Si stravedo per la vita (per la vita)

Quando posso sempre canto
perché questo mi difende
Fuggo la malinconia
guai a chi si arrende
Mi piace stare in gruppo
non fare l’eremita
Anche se non ci vedo
Sai cosa penso io

  • Share this on Linkedin
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare