Nasce la Colon MIS Academy, per la chirurgia mini invasiva in Italia

Nasce la Colon MIS Academy, per la chirurgia mini invasiva in Italia

Sofia Gorgoni
 

Il tumore del colon retto è la seconda forma di cancro più comune in Italia. Si stima che 2017 siano stati 53 mila i nuovi casi. Su circa 30.000 interventi chirurgici per tumore maligno al colon, solo il 35% viene realizzato con tecniche mini invasive che comportano vantaggi per il paziente e il SSN. Da qui nasce la prima Accademia di Chirurgia mini invasiva del colon in Italia, la Colon MIS Academy, con l’obiettivo di diffondere le nuove metodologie mini invasive (chirurgia laparoscopica).

L’importanza della chirurgia laparoscopica

Promosso dall’Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani in collaborazione con Johnson & Johnson Medical SpA, “il progetto – si legge nella nota – punta a colmare il ritardo dell’Italia rispetto a paesi più avanzati, come la Gran Bretagna, nella quale vi è una delle più alte percentuali di procedure laparoscopiche per patologia del colon in Europa e che si è dotata di un programma nazionale di formazione dedicato specificamente a questa metodologia (LAPCO)”. Gli ultimi dati del Programma Nazionale Esiti (PNE) indicano un andamento crescente degli interventi di chirurgia del tumore maligno del colon con approccio laparoscopico, ma ad oggi segnalano una penetrazione pari solo al 35% circa, nonostante sia la tecnica con il maggiore rapporto costo-efficacia.

“I pazienti italiani non sono tutti uguali, non essendo garantita a tutti la stessa qualità delle cure e attraverso la formazione avanzata dei chirurghi, la Colon MIS Academy nasce proprio per promuovere un deciso miglioramento nell’ambito della cura di una forma tumorale ad elevata insorgenza   – ha commentato Pierluigi Marini , presidente Acoi (Associazione Chirurghi Ospedalieri Italiani)- Attraverso il programma Pne di Agenas (Agenzia Nazionale per i servizi sanitari regionali sono stati individuati in tutta Italia gli ospedali coinvolti nel progetto, scelti in base al  potenziale miglioramento in base ai volumi d’intervento; sono stati consultati i rispettivi direttori delle singole UOC – Unità operative complesse di chirurgia, ed i direttori generali di alcune Asl allo scopo di stilare un accordo per rendere esecutiva l’Academy. I direttori hanno poi individuato i discenti con la maggiore predisposizione alla acquisizione della metodica. Sono stati inoltre selezionati 9 centri ad alti volumi ed alte percentuali di attività laparoscopica per poter garantire una adeguata fase di tirocinio ed il 20 Luglio ci sarà l’avvio delle attività. La Colon MIS Academy è un passo avanti per la chirurgia italiana, a beneficio dei pazienti”.

Il percorso formativo durerà un anno e comprenderà sia lezioni teoriche, sia esercitazioni pratiche integrate da prove intermedie di valutazione. Al superamento del percorso verrà rilasciata da ACOI una certificazione che attesterà le competenze acquisite dagli allievi durante l’anno.

  • Share this on Linkedin
  • Share this on Google+
  • Share this on WhatsApp

Articoli correlati

Lascia un commento

Per favore esegui il lLogin per commentare